mercoledì 9 marzo 2016

La Francia nel 2011 ha bombardato la Libia per destabilizzare Gheddafi: ora gli effetti


L'effetto e' sotto gli occhi di tutti -ondate di immigrati che fuggono verso le nostre coste-, con la conseguenza dell'avanzamento dell'Isis. Ora siamo coinvolti in un piano dettagliato per aggredire la crescente minaccia dell’Isis in Libia, insieme agli alleati Italia, Francia e Regno Unito: è quello che il Pentagono ha presentato alla Casa Bianca, mettendo sul tavolo dello Studio Ovale una serie di opzioni a partire da quella che prevede....un fuoco di fila di bombardamenti aerei. L’obiettivo dei possibili raid - spiega il New York Times - sono campi di addestramento, centri di comando, depositi di munizioni e altri siti in cui si raggruppano i militanti dello Stato islamico: almeno 30-40 “target” in quattro aree del Paese nordafricano.
Nonostante le rassicurazioni di Renzi che ha escluso un coinvolgimento dell'Italia. "Sarà l'ennesima bugia di Renzi?".


Nessun commento:

Posta un commento