giovedì 10 marzo 2016

Le pensioni dei sacerdoti ancora in deficit: e il cittadino paga

Un buco da 2 miliardi nel bilancio del fondo clero, nonostante lo Stato versi quasi 8 milioni l’anno per alimentarlo, per pagare le pensioni a 14mila sacerdoti. Ne parla Il Fatto Quotidiano, ma la vicenda era già stata denunciata nei mesi scorsi dall’Inps. Ora il governo, per bocca del ministro del Lavoro Giuliano Poletti, ha confermato l’esistenza di questo buco nel bilancio, ma senza l’intenzione di.....
intervenire. “Mi sembra un’esagerazione che lo Stato debba versare ogni anno dei milioni, con tutto il rispetto per i fedeli”, ha detto il deputato M5S Claudio Cominardi Il fondo clero, è alimentato in gran parte dal contributo annuale versato da ogni iscritto, ma da oltre 40 anni, precisamente dal 1973, è lo Stato che provvede ad alimentarne ulteriormente le casse. E dal 2013 la cifra è aumentata, ma ciò non basta a tenere il bilancio in pari: e ora i 5 Stelle hanno chiesto chiarimenti al ministro sulle cause del dissesto. “Il problema - ha risposto il governo - risiede nello squilibrio tra contributi versati e prestazioni erogati”. Che nel 2015 è stato di 1 a 3.

Nessun commento:

Posta un commento