venerdì 18 marzo 2016

Omicidio Cantamessa: Per Vicky Vicky in appello confermati i 23 anni di reclusione

Confermati i 23 anni e 20 giorni di reclusione per Vicky Vicky per il duplice omicidio della dottoressa Eleonora Cantamessa e del fratello Baldev Kumar avvenuto l’8 settembre 2013 a Chiuduno. Lo ha deciso la Corte d’assise d’appello di Brescia, presieduta dal giudice Enrico Fischetti. Il sostituto procuratore generale Giampaolo Zorzi, ha chiesto.....
che venga esclusa l’attenuante della provocazione così come l’aggravante del legame di parentela: Vicky Vicky voleva sì travolgere le persone che aveva puntato con la Golf, ma non credeva che tra loro ci fosse il fratello.

Due anni in più sono stati chiesti per la seconda morte causata e un mese per le lesioni volontarie (e non colpose). Per il difensore, l’avvocato Benedetto Maria Bonomo, Vicky Vicky era da assolvere perché vale la legittima difesa putativa e perché provocò un evento diverso da quello voluto. Il suo obiettivo era quello di soccorrere il fratello.


Durante l’udienza il sostituto procuratore ha ricordato la dottoressa uccisa, ginecologa alla Clinica Sant’Anna di Brescia definendola «un medico di grandissimo valore, un’eroina dei nostri giorni perché ha voluto fermarsi lei a tutti i costi e precipitarsi dentro quella situazione».

Nessun commento:

Posta un commento