sabato 12 marzo 2016

Valanga in Valle Aurina: "Almeno 6 morti, si cercano i dispersi

Cresce il bilancio delle vittime della slavina in Valle Aurina, in Alto Adige: sono al momento sei le vittime recuperate. Non è escluso che altre persone possano trovarsi sotto la massa nevosa. I soccorritori hanno riferito che alcune persone sono riuscite a riemergere con i propri mezzi dalla neve. Sul posto della disgrazia c'è un grande dispiegamento di mezzi di soccorso. Sono stati utilizzati.....
tre elicotteri per portare in alto non soltanto gli uomini del soccorso alpino e gli specialisti dei vigili del fuoco, ma anche numerosi cani da valanga.

Una grossa valanga si è staccata da Monte Nevoso in Valle Aurina, in Val Pusteria. Diversi scialpinisti, che si stavano dirigendo verso la vetta ad oltre 3.000 metri, sarebbero stati coinvolti dal distacco della slavina. Sul posto si trovano i soccorritori e l'elisoccorso altoatesino. Il pericolo valanghe attualmente è marcato (grado 3 di 5) con tendenza in aumento nel corso della giornata.

Il Monte Nevoso (3.358 metri), per altezza, è la seconda cima nel gruppo delle Vedrette di Ries, lungo la linea di confine tra l’Italia e l’Austria.


«Raramente ci siamo trovati a gestire un intervento di soccorso di questa entità e di questa portata». Lo dice Rafael Kostner, il pioniere del soccorso alpino, ora alla guida di Aiut Alpin, organizzazione di elisoccorso impegnata sulla valanga della Valle Aurina. «I soccorsi - ha detto Kostner all'ANSA - sono estremamente difficili a causa dell'alta quota della disgrazia. Gli elicotteri hanno difficoltà a raggiungere in sicurezza quote oltre i tremila metri. Perciò si vola con pochissimo carburante e tutta l'attrezzatura superflua viene lasciata a terra». L'ultima parte del volo parte dal campo sportivo di Riva di Tures, dove è stata potata una cisterna con il carburante necessario agli elicotteri che fanno la spola con il luogo dell'incidente. Man mano si carica a bordo soltanto la quantità necessaria per salire in quota. Mentre all'andata vengono portati su soccorritori e cani da valanga, al ritorno gli elicotteri vengono caricati con le salme delle vittime e con i feriti, che vengono poi fatti proseguire verso l'ospedale con le ambulanze. La vallata è percorsa da autolettighe che salgono e che scendono con le sirene spiegate. Nel pomeriggio il tempo si è fatto coperto, mentre in mattinata era più bello, con aria calda proveniente da nord.

Nessun commento:

Posta un commento