giovedì 19 maggio 2016

Accoltellò 2 anziani: Condannato a 8 anni di carcere, e tre in una struttura psichiatrica

È stato condannato a otto anni di carcere più altri tre da scontare in una struttura psichiatrica, Vincenzo Lanni, 50 anni, il programmatore informatico accusato del duplice tentato omicidio di due pensionati accoltellati in strada il 2o agosto 2015, il primo a Villa di Serio, l’altro ad Alzano Lombardo. Lo ha stabilito il giudice per l’udienza preliminare Tino Palestra, riconoscendo l’attenuante della.....
semi infermità mentale (che è prevalente sull'aggravante della premeditazione). Il pm Fabrizio Gaverini aveva chiesto un anno in più di detenzione. L’avvocato Cinzia Pezzotta, invece, aveva invocato la pena minima.


Quando i carabinieri lo avevano bloccato, la sera dopo i fatti, Lanni aveva spiegato: «Mi sento un fallito e siccome sono troppo vigliacco per uccidermi, volevo uccidere qualcuno». Ai due anziani feriti stava per seguire una donna che il 50enne aveva puntato al parco della Rocca, in Città Alta, il giorno successivo. Ma, all'ultimo momento, aveva desistito. Lanni era stato rintracciato in un residence a Villa di Serio, dove era domiciliato. «Non ero in me», ha spiegato nel corso del processo. Affetto da un disturbo schizoide della personalità e una capacità di intendere e di volere «grandemente scemata», ha però capito di avere sbagliato e alle sue vittime, Antonio Castelletti e Luigi Novelli, ha inviato una lettera di scuse.

Nessun commento:

Posta un commento