venerdì 29 luglio 2016

Malore in disco e coma etilico per una17enne: perde i sensi al Setai di Orio

Ora una studentessa di 17 anni si trova ricoverata in ospedale, sedata e in gravi condizioni, dopo essere stata soccorsa, mercoledì sera poco dopo la mezzanotte e mezza, per un malore nel giardino esterno della discoteca Setai di Orio al Serio. Era seduta a un tavolo con una quindicina di amici coetanei, quando all’improvviso si è accasciata a terra, perdendo i sensi. La studentessa, che abita in un paese della Bassa occidentale e frequenta un liceo di Bergamo, aveva un tasso alcolico.....
superiore ai 3 grammi per litro e, quando è stata soccorsa, era in coma etilico. Ora i carabinieri di Stezzano, che giovedì mattina si sono recati alla discoteca per un sopralluogo, stanno cercando di capire cosa sia accaduto. I primi a essere sentiti sono stati cinque amici e coetanei della studentessa.

Ai soccorritori del 118 e poi anche ai carabinieri hanno però raccontato che l’amica aveva bevuto «soltanto un cocktail e mezzo, forse due: non di più». Eppure il suo tasso alcolico è risultato compatibile con un’assunzione più massiccia di bevande alcoliche. Mercoledì sera al Setai era in corso la serata «Happy birthday Face2face», che si svolgeva all’esterno del locale. A un certo punto, però, nella zona ha cominciato a piovere in modo piuttosto intenso e le temperature sono bruscamente calate.

Infatti, quando la ragazza ha perso i sensi, gli amici hanno pensato che fosse un malore conseguente a una congestione dovuta proprio al freddo. Invece la situazione era ben più grave. La studentessa non si è mai ripresa ed è stata portata in codice rosso prima all’ospedale Bolognini di Seriate, salvo poi essere trasferita al policlinico di Ponte San Pietro, dov’è ricoverata in Terapia intensiva e in prognosi riservata. Nel frattempo i carabinieri hanno aperto un’indagine sull’episodio, per ricostruire i fatti e accertare eventuali responsabilità. La società Music Factory, che gestisce il Setai, ha dato la massima disponibilità e collaborazione ai militari, nella speranza che la ragazza possa riprendersi al più presto.

Nessun commento:

Posta un commento