giovedì 21 luglio 2016

Pazza idea Mancini: vuol scommettere su Balotelli

Solo fino a pochissimi anni fa era considerato il più grande talento italiano della sua generazione ed erano in molti a prevedere per lui un futuro radioso, all'altezza di quello delle grandi stelle del calcio mondiale. Mario Balotelli, ad un certo punto della sua carriera, ha realmente visto schizzare le sue quotazioni alle stelle, poi qualcosa si è rotto. Qualche errore di troppo dentro e soprattutto fuori dal campo, qualche.....scelta sbagliata e alcuni problemi fisici, hanno non solo rallentato la sua crescita, ma hanno bloccato una carriera che sembrava destinata ad essere grandiosa. Oggi Super Mario è reduce da due campionati con le maglie di Liverpool e Milan nei quali ha segnato la miseria di due reti. Le offerte faraoniche sono solo un ricordo del passato ed ora anche il club proprietario del suo cartellino non vede l'ora di liberarsi del suo stipendio.

Balotelli sembra per molti un giocatore che, nonostante la giovane età, si è già incamminato verso il viale del tramonto ma, secondo quanto riportato da Tuttosport, c'è ancora chi è pronto a scommettere su di lui: Roberto Mancini.

Il tecnico dell'Inter infatti, avrebbe già annunciato al club nerazzurro la sua intenzione di tornare a puntare su quel Balotelli che ha guidato prima giovanissimo proprio all'ombra del Duomo e poi al Manchester City. Il Liverpool, sarebbe disponibilissimo a prestare l'attaccante e a contribuire al pagamento di parte dell'ingaggio.

Mancini, che è probabilmente deluso dal calciomercato condotto sin qui dall'Inter, ha voluto forse lanciare una provocazione ma in realtà è convinto di poter recuperare un patrimonio del calcio italiano. La pubalgia è alle spalle, le 'Balotellate' ultimamente sono venute meno e le doti naturali non mancano di certo.


Mancini stima Balotelli ed è proto a fare il suo tentativo, il problema sarà semmai convincere la tifoseria nerazzurra a chiudere un occhio, a 'dimenticare' quel famoso lancio della maglia che fece tanto scalpore e qualche dichiarazione d'amore di troppo nei confronti del Milan.

Nessun commento:

Posta un commento