martedì 26 luglio 2016

Pazzesco, Non supera l’esame di guida: pestata a sangue dal marito

Questo sarebbe stato il motivo scatenante la violenta lite con cui un uomo di 40 anni, residente a Roè Volciano e di origini tunisine, avrebbe poi percosso ripetutamente la giovane moglie, una donna di circa 25 anni, rea di non essere riuscita a superare la prova pratica dell'esame di guida. In casa la tensione era alta, da tempo. Circostanza da verificare: pare che il marito l'avesse già cosparsa di benzina, una volta, e l'avesse minacciata di bruciarla viva. Sarà il giudice a stabilire.....
la giusta pena: il processo è già stato fissato. La goccia che ha fatto traboccare il vaso della violenza: il mancato conseguimento della patente di guida. E' successo tutto pochi giorni fa. Il marito la aspetta in auto, a Salò, in attesa dell'esito dell'esame. Lei arriva a testa bassa, demoralizzata: “Mi hanno bocciato”. Per quale motivo non si sa, questo scatena la rabbia del marito, che comincia a malmenarla già in macchina.

I due poi arrivano a casa, a Roè, e la situazione degenera: una volta dentro l'uomo alza le mani e la picchia, si sfoga con violenza. La ragazza riesce a scappare, a correre dai vicini e a chiedere aiuto. In pochi minuti arrivano i Carabinieri.

L'uomo viene immediatamente arrestato, e portato in carcere. Nessun precedente alle spalle, anzi: in tanti lo raccontano come un gran lavoratore, che stava sempre a casa. Ma le lacrime della moglie avrebbero fatto emergere un quadro ben più inquietante.


Mesi di tensione, culminati con la minaccia di darle fuoco prima, e ora con le botte per non aver preso la patente. Una rabbia senza apparente ragione: la donna è stata picchiata, presa a schiaffi, a calci e pugni. Accusato di lesioni e percosse, rischia dai 6 mesi ai 3 anni.

Nessun commento:

Posta un commento