giovedì 21 luglio 2016

Pogba-United e Higuain-Juve: un weekend per l'affare del secolo

Settimane a parlare, poi per risolvere il più intricato gorgo del mercato internazionale può bastare un weekend. Non è una deadline, più che altro un traguardo su cui presentarsi. Pogba e lo United, Higuain e la Juve: già lunedì i due colpi dell'anno potrebbero essere andati a segno, spostando sul mercato uno tsunami da oltre 200 milion di euro. Per "L'Equipe" è già il "trafserimento del secolo": 120 milioni e Paul Pogba sarà dello United. Da Torino nessuno nega più che l'affare.....

si farà: solo - giurano - non è ancora conlusa la fase negoziale. Eppure da Francia e Inghilterra c'è chi parla con insistenza di un accordo di massima tra le società, raggiunto durante l'incontro tra l'ad juventino Marotta e quello dello United, Woodward, che per non mancare ha persino disertatola tournée cinese dei Red Devils.

Resta però in ballo la questione della percentuale che finirà nelle tasche del giocatore e del suo agente, Mino Raiola. Una percentuale enorme, circa 20 milioni, su cui il club di Manchester vorrebbe uno sconto dal ragazzo, magari spalmando la cifra su più anni: il problema è una vecchia questione di diritti d'immagine che rischia di costargli quasi 10 milioni e finora cristallizza Pogba sulle proprie posizioni. Ma i contatti sono continui e la situazione può sbloccarsi in qualsiasi momento, nonostante la "verità" urlata dallo stesso Raiola: "Niente accordi, solo tanto bla bla bla". Mourinho, prudente, s'è nascosto dietro il solito "Non confermo e non smentisco", che ai tempi di Moggi era una conferma sottaciuta. Conferma arrivata dal barbiere di Pogba: "Ha cambiato colore di capelli per il suo nuovo team, il Manchester United", ha scritto (prima di rimuovere il post) su instagram. Una cosa è certa: per vederlo (di nuovo) a Manchester è solo questione di tempo, Mourinho ha anche lasciato libera la "sua" maglia numero 6.

Con quei soldi, è noto, la Juve lancerà l'assalto a Gonzalo Higuain. E a Torino vogliono fare in fretta: per evitare seccature e fughe, contestazioni e isetrismi, Marotta e Paratici proveranno a chiudere l'affare pèrima di lunedì, quando è previsto l'arrivo nel ritiro del Napoli del centravanti argentino, di ritorno dalle vacanze dopo la Coppa America. Unica strada possibile: pagare la clausola rescissoria da 94 milioni e spicci. Da saldare in due tranche, a meno di accordi differenti con il club azzurro, oggi difficili da immaginare. Intanto Higuain è ancora irrintracciabile: telefono spento e mediazioni impossibili: De Laurentiis vuole parlare solo con lui. Che si nega. Aspettando il verdetto del weekend.

Nessun commento:

Posta un commento