giovedì 28 luglio 2016

Tunisina residente in Italia progetta l’attacco dell'Isis

La storia viene riportata da ‘La Repubblica’ ed ha qualcosa di agghiacciante. Nadine (nome fittizio datole dal quotidiano), vive nel milanese, ha 33 anni, da 7 vive in Italia ed ha un sogno nel cassetto davvero particolare ed inquietante. La donna, infatti, vorrebbe andare in Siria per combattere contro gli infedeli e morire per i propri ideali. Nadine ha mollato la sua vita da occidentale per abbracciare il velo totale e le idee dell’integralismo islamico. Si sveglia la mattina presto per.....
accompagnare il nipotino a scuola, ma lo guarda da lontano entrare nell’edificio per non mischiarsi  con gli “esseri impuri” che lo abitano. Nadine è considerata una minaccia dagli investigatori milanesi, che ne hanno richiesto l’espulsione dal paese. L’8 agosto dell’anno scorso la donna lascia l’Italia. La polizia arriva in casa sua e scopre diversi rimandi all’Isis e alla jihad. Sulla sua pagina Facebook, completamente in arabo, vengono rinvenuti numerosi post dallo sfondo tutt’altro che gentili nei confronti dell’occidente. 

La donna viveva, infatti, solo per combattere quelli che lei chiama “infedeli”, e aveva già avviato dei contatti in Siria per integrarsi tra i soldati jihadisti. Questa storia, unita al video dell’attentatore di Nizza, che indisturbato presenzia ad una manifestazione a Ventimiglia, hanno creato non poche preoccupazioni nel nostro paese.

Nessun commento:

Posta un commento