martedì 30 agosto 2016

Tre i colpi messi a segno dalla banda dell'Audi a Paratico

Sarebbero tre i furti messi a segno – più un quarto non riuscito - dalla banda della Audi S4, l’auto che sabato notte a Paratico non si è fermata al'alt dei carabinieri, costringendo gli uomini dell’arma a sparare.La vettura, risultata rubata, era stata ritrovata la notte stessa lungo l’autostrada a4 in direzione Milano, dopo aver macinato diversi chilometri con un copertone bucato dai proiettili esplosi dai carabinieri che hanno.....
rischiato di essere travolti dai rapinatori in fuga. I militari hanno recuperato un cappellino che ora potrebbe essere utile per ricostruire almeno il profilo di uno dei componenti del gruppo criminale. 
Il fatto in una notte decisamente movimentata quella tra sabato e domenica a Paratico, dove una banda di ladri ha svaligiato una villetta di via Risorgimento, vicino al parco comunale. Uno dei malviventi, quello che aspettava in auto i complici pronto a fuggire, accortosi dell'arrivo dei militari ha forzato il posto di blocco dei carabinieri, intervenuti da Capriolo dopo che in caserma era giunta una segnalazione. 

La villetta al momento del colpo era vuota: i proprietari erano fuori a cena, il figlio stava proprio per rincasare, tanto che al suo arrivo ha udito gli spari dei militari.  I colpi esplosi non hanno però fermato l'uomo al volante dell'Audi S4, risultata poi rubata e già utilizzata per altri colpi. 

Il malvivente ha imboccato l'autostrada A4 fuggendo in direzione di Milano e abbandonando l'auto, ormai con le gomme a terra, in una piazzola dopo Bergamo


All'arrivo dei carabinieri anche i complici hanno abbandonato gli attrezzi da scasso e sono fuggiti, non prima di aver svuotato col flessibile la cassaforte portando via un ingente bottino.

Nessun commento:

Posta un commento