lunedì 12 settembre 2016

Palazzolo sull'Oglio, Aggressione con machete: dubbi su arma e dinamica

Oggi in Tribunale a Brecia è stata la giornata dell’udienza a carico del 48enne senegalese arrestato il giorno di ferragosto perché a Palazzolo, nel corso di una lite condominiale, avrebbe ferito un 14enne con un machete e un vicino di casa intervenuto in difesa del ragazzino. "Non ha aggredito nessuno, è stato picchiato" ha detto la moglie dell’imputato. "Sono arrivato a casa e mio padre era a terra colpito più volte" ha aggiunto il figlio 16enne dell’uomo. In aula hanno poi.....
testimoniato le presunte vittime dell’aggressione che sono andate in contraddizione tra loro. Il ragazzino ha spiegato di essere stato aggredito con un machete, mente l’adulto ha detto di non aver visto l’arma ma di aver riferito quello che gli aveva detto il minore.

Determinante sarà la versione che il prossimo 7 novembre forniranno i due carabinieri intervenuti e che a verbale scrissero che il machete venne recuperato a casa del senegalese e non in giardino dove invece era stato fermato lo stesso.

Nella prossima udienza sarà ascoltato anche l’imputato

Nessun commento:

Posta un commento