martedì 25 ottobre 2016

Giallo sul cadavere ritrovato nel canale: E' stato identificato

E’ stato identificato, dopo oltre 24 ore di indagini serrate: si chiamava Attilio Scarsi, pensionato di 80 anni di Darfo Boario Terme, l’uomo trovato senza vita domenica pomeriggio nel canale della centralina idroelettrica di Gratacasolo, al confine tra Pisogne e Piancamuno. Si era allontanato da casa proprio domenica, soltanto un paio d’ore prima del suo ritrovamento. La moglie, che abitava con lui in.....
Via Ronchi a Darfo, non si è preoccupata più di tanto: pare che infatti il marito si allontanasse spesso senza avvisare. Difficile immaginare però che l’anziana donna, nonostante fossero passate più di 24 ore, lunedì pomeriggio ancora non avesse sporto denuncia di scomparsa, o comunque avvisato i familiari. Le indagini: i carabinieri sono riusciti a risalire a lui dopo aver ritrovato la sua auto.

Parcheggiata non lontano da casa, ancora a Darfo, e – come confermato da testimoni – abbandonata nello stesso parcheggio da domenica. Dalla targa alla sua abitazione: hanno suonato a casa, sono state la moglie e la figlia a riconoscere la salma.

Attilio Scarsi era in pensione da anni. Aveva lavorato a lungo come operaio alla Italaquae di Boario. La tragedia: il corpo è stato visto galleggiare ancora nel primo pomeriggio, e poi recuperato intorno alle 17. Con sé non aveva documenti. Si tratterebbe di un suicidio, in attesa di conferme ufficiali.

Nessun commento:

Posta un commento