venerdì 7 ottobre 2016

Lʼuragano Matthew, le vittime di Haiti salite a 572: ora è arrivato in Florida

L'uragano Matthew ha raggiunto le coste orientali degli Stati Uniti, si è indebolito, passando da categoria 4 a categoria 3, ma il presidente Obama lancia l'allarme: "Potrebbe rafforzarsi improvvisamente". I venti soffiano ora a 160 chilometri orari (all'inizio era a 195) e sono già 600mila le abitazioni senza corrente in Florida. Ad Haiti, intanto, i morti sono saliti a 572. Obama: l'uragano potrebbe......
rafforzarsi improvvisamente - "C'è grande preoccupazione perché l'uragano possa improvvisamente rafforzarsi. Per questo è importante procedere alle evacuazioni". Questo è il contenuto dell'ennesimo appello di Barack Obama che ha incontrato i vertici della protezione civile Usa.

In Florida già 600mila case senza elettricità - In Florida 600mila abitazioni sono già senza elettricità a causa dei danni alle infrastrutture provocati dai forti venti che cominciano a soffiare sullo Stato. Inoltre è stata decisa la chiusura, per tutta la giornata di venerdì, del parco divertimenti Disney World.

Tre milioni le persone evacuate - Dopo la Florida, dove toccherà anche Boca Raton con raffiche oltre i 250 chilometri orari, Matthew si dovrebbe spostare verso la Georgia e il South Carolina. Tre milioni di residenti sono stati evacuati da Jacksonville e Savannah e oltre 8 milioni di americani potrebbero essere colpiti dai danni.

Le stazioni di servizio sono state prese d'assalto, batterie, radio a transistor, pane, alimenti in scatola e acqua in bottiglia sono esauriti. Nelle ultime ore le autostrade per andare verso l'entroterra sono state letteralmente invase dalle auto caricate il più possibile per sfuggire all'uragano.

Ad Haiti sono 572 i morti - Nella notte l'uragano è passato sulle Bahamas sradicando alberi, scoperchiando e inondando le abitazioni. Intanto è salito a 572 il bilancio di morti solo ad Haiti.

Nessun commento:

Posta un commento