martedì 29 novembre 2016

Bliz con i cani antidroga a scuola: arrestato 16enne studente-spacciatore

Una mattina come tante, a scuola. Con l'eccezione: arrivano i carabinieri. Un controllo di routine, uno dei tanti concordati anche con la dirigenza scolastica. Ma i cani questa volta hanno fiutato una pista: hanno prima annusato i residui di hashish in uno zaino, poi hanno trovato due “stecche” appoggiate al davanzale della finestra di due diverse aule, una di questa era un laboratorio. I cani stavolta.....
hanno fiutato una pista, anzi due: il naso fino delle unità cinofile dei carabinieri ha permesso di intercettare uno dei più classici baby-pusher, un ragazzo di 16 anni dell'istituto Capirola di Leno, arrestato con l'accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Nonostante la giovane età, alle spalle ha già precedenti per droga.

Nei guai ci sono finiti due giovanissimi, un ragazzo e una ragazza entrambi di 16 anni: il primo, il pusher che è stato arrestato. La seconda, la giovane che avrebbe acquistato l'hashish solamente poche ore prima.

Hanno cercato di nascondere la sostanza da fumare sperando che il cane non se ne accorgesse. O che comunque i carabinieri non arrivassero a loro. Ma le tracce dello stupefacente prima, e l'agitazione della ragazza poi, hanno avuto un destino inevitabile.


Dalla successiva perquisizione in casa si è poi potuto appurare che il baby-pusher nascondeva almeno altre 30 dosi da 15 grammi ciascuna, insomma più di mezzo etto. Droga sequestrata, lui arrestato: al momento si trova alla comunità Azimut di Brescia.

Nessun commento:

Posta un commento