mercoledì 2 novembre 2016

Champions, Juve-Lione 1-1. Higuain sblocca su rigore, pari di Tolisso che gela lo Stadium

La Juve butta via l’occasione di qualificarsi agli ottavi con due turni di anticipo, si porta in vantaggio con Higuain (100º gol in Italia, 9ª rete in maglia bianconera) e si fa recuperare a 6 minuti dalla fine, con un colpo di testa di Tolisso, lasciato libero in area piccola. Finisce 1-1 e dopo un primo tempo in assoluto controllo i bianconeri si addormentano nella ripresa, concedono campo e occasioni al Lione fino al pareggio. Adesso......
per il primo posto nel girone H la Juventus dovrà battere il Siviglia in Spagna, ma prima serve la qualificazione agli ottavi. E il Lione torna in corsa, in questo momento la classifica dice Siviglia 10 punti, Juve 8 e Lione 4. Il nuovo sistema di gioco 4-3-1-2 non ha dato i frutti sperati, così come Pjanic avanzato sulla trequarti.

In ombra il bosniaco, sostituito nel secondo tempo, Allegri ha ancora molto da lavorare su testa e soluzioni tattiche. La apre un rigore di Higuain al 13’ del primo tempo, ma lo stesso Pipita al 39’ si divora un gol fatto, smarcato da Mandzukic davanti a Lopes. La Juve non la chiude e nel secondo tempo il Lione poco a poco conquista metri e l’inerzia del gioco. 
Allegri se ne accorge e toglie Bonucci (da valutare dopo un colpo subìto nel primo tempo) e Pjanic per Benatia e Alex Sandro, la Juve torna al 3-5-2 ma cala di intensità, il Lione annusa il pareggio e a sei minuti dalla fine, arriva la doccia fredda: la difesa bianconera sbaglia in fuorigioco su punizione dalla trequarti di Ghezzal, Tolisso salta in area indisturbato, il Lione pareggia e la Juve si mangia le mani.

Nessun commento:

Posta un commento