giovedì 24 novembre 2016

Imprenditore strangola la compagna davanti ai figli: "Ho fatto un disastro"

Ha confessato implorando perdono per aver ucciso la madre dei suoi figli. Vittorio Vincenzi, 56 anni, imprenditore di Seveso (Monza), ha ammesso di aver strangolato la compagna peruviana di 29 anni, Elizabeth Huayta Quispe, la notte scorsa al culmine di una lite. Secondo la ricostruzione dei carabinieri di Monza, la coppia era in procinto di lasciarsi, per volere della donna. L'ennesima lite avrebbe provocato la reazione di.....
Vincenzi che ha aggredito la convivente in cucina, al secondo piano di una palazzina di piazza Mazzini a Seveso. Il tutto sotto gli occhi del loro bimbo di tre anni, poi preso in cura, sconvolto e tra le lacrime, da alcuni parenti. Non si sarebbe accorta di nulla, invece, la sorellina di un anno. 
A quanto si apprende, dopo aver spostato un mobile per impedire al figlio di guardare la madre morta, Vincenzi ha telefonato a un parente: «Ho combinato un disastro». Questi in auto è andato verso casa della coppia, dopo aver chiamato il 112. Altre richieste di aiuto erano già arrivate dai vicini di casa di Vincenzi e Quispe, che li avevano sentiti litigare animatamente. 

Nessun commento:

Posta un commento