martedì 8 novembre 2016

Telgate, Il sindaco scrive ai cittadini e consiglia: "Al referendum votate no"

C’è chi partecipa ai dibattiti e chi organizza gazebo per promuovere il sì o il no al referendum del 4 dicembre sulle riforme. Il sindaco leghista di Telgate, Fabrizio Sala, ha invece scelto come riposta Bergamonews - di scrivere una lettera ai suoi concittadini per convincerli ad andare a votare e a scegliere il no. "Nella lettera -dice spiego che non è previsto il quorum e il risultato sarà valido anche se.....
andranno a votare in pochi. In molti mi stanno ringraziando perché non lo sapevano". Sala poi spiega perché invita i suoi concittadini a votare no. "Come sindaco - scrive - ho il dovere di tutelare la comunità che mi ha eletto. Ma con un’eventuale vittoria del sì, questo mio compito diventerà sempre più difficile: la riforma limita il potere delle Regioni". 

Il sindaco ha stampato 2.600 copie della lettera, che sta consegnando, anche con l’aiuto dei suoi assessori, casa per casa. "Non ho messo neanche un euro del Comune - dice -, ho fatto tutto a mie spese". Nella lettera cita anche un tema caro al Carroccio: "Con la “clausola di supremazia” - scrive -, lo Stato potrà intervenire anche su materie di competenza della Regione, senza tenere conto dell’interesse locale. Già oggi ci stanno imponendo decisioni prese altrove, come l’accoglienza diffusa: lo Stato obbliga i Comuni ad accogliere un determinato numero di profughi, veri o presunti".

Nessun commento:

Posta un commento