martedì 13 dicembre 2016

Rapinatore gli punta la pistola contro: 16enne lo stende con un pugno

Quando gli hanno puntato la pistola contro non ha fatto una piega. Si è rivoltato contro il rapinatore che stava tentando il colpo in una pizzeria di Cecchina, in provincia di Roma, e lo ha disarmato stendendolo con un pugno. Tutto nonostante il ragazzo avesse appena 16 anni. Succede tutto nella serata di sabato 10 dicembre: poco dopo le 21 un uomo.....
entra in una pizzeria in via Italia a Cecchina. Ha il volto in parte coperto dal bavero rialzato del cappotto e tiene il cappello di lana calato sulla fronte. Poco dopo l’uomo si avvicina alla cassa anche se il locale è affollato da diversi clienti. Ci sono ovviamente anche i proprietari, una coppia di circa 60 anni. 

Il Messaggero racconta così la tentata rapina: L’uomo, che aveva con sé una comune busta di plastica, ha tirato fuori la pistola e l’ha puntata contro il titolare e la moglie gridando: «Datemi i soldi!». Una giovane mamma con i suoi due bambini piccoli, che era in attesa di prendere le pizze ordinate, è fuggita via approfittando del fatto di essere vicino alla porta. Altre due coppie che stavano cenando sedute ad un bancone nel locale sono rimaste immobili, spaventate alla vista dell’arma. Innervosito dal fatto che il proprietario non avesse ancora obbedito al suo ordine, il rapinatore ha ripetuto: «Dammi i soldi che hai in cassa».

Quando il proprietario della pizzeria dice di avere pochi soldi in cassa il rapinatore perde la pazienza e punta la pistola contro un giovane intimandogli di stare fermo. Si tratta di un sedicenne di corporatura robusta che davanti alla minaccia reagisce in modo sorprendente rispondendo : “A me nessuno dice dove mettermi e nessuno può puntarmi una pistola contro”. Quindi l’attacco al rapinatore che viene tramortito  con un pugno. Subito dopo il rapinatore viene disarmato da un altro cliente e dal  proprietario. 

Ma non finisce così. Ancora il Messaggero:Il rapinatore, pur ancora tramortito dal colpo preso, è fuggito fuori, dove una volta salito sulla sua auto, una Punto bianca, risultata poi essere stata rubata, è partito alla volta del comune vicino di Genzano. Arrivato alla rotatoria di Valle Riccia l’uomo ha abbandonato l’auto e si è incamminato a piedi. Forse la sua intenzione era quella di raggiungere la sua abitazione, che si trova in centro a Genzano ed è proprio lì, nel centro storico genzanese che la polizia di Albano, chiamata dai proprietari della pizzeria, lo rintraccia.

Nessun commento:

Posta un commento