mercoledì 18 gennaio 2017

Chiari, Arriva una nuova discarica: di 20.000 mq per trattare rifiuti organici

Il progetto sul confine tra Chiari e Rudiano un nuovo impianto di smaltimento e trattamento dei rifiuti organici. Una discarica “biologica”: dovrebbe misurare circa 20mila metri quadrati, e già ci sarebbe un'area utile, in località San Giovanni. Non lontano dalla roggia Castellana e dal polo logistico dell'Auchan. Si tratterebbe di un impianto di smaltimento della frazione organica dei rifiuti solidi urbani: quello che.....
nei bidoncini per la raccolta differenziata viene chiamato Forsu, in altre parole l'umido. Nessun rifiuto speciale quindi, ma solo gli scarti dell'organico di case, ristoranti e aziende. Sul confine tra Chiari e Rudiano un impianto di trattamento dei rifiuti organici da 20.000 mq. Certo non riguarderebbe solo il territorio comunale di Chiari: secondo quanto scrive Bresciaoggi, si tratterebbe di un impianto “condiviso” con altri paesi della zona. L'umido deve essere trattato con il cosiddetto “bio-ciclo”, un percorso di smaltimento molto costoso.

Dopo una prima cernita per togliere eventuali impurità non degradabili (metalli, plastica, vetro e altri) i rifiuti organici vengono preparati per le fase successive, da cui si ricavano anche biogas e compost.

Dunque dall'impianto (per ora solo presunto) di Chiari si potrebbe ricavare gas metano, elettricità e anche compost, terreno da compostaggio pronto per essere utilizzato in giardino o in agricoltura.

Nessun commento:

Posta un commento