mercoledì 4 gennaio 2017

Due minori della Val Calepio nei guai: Abusarono di un 12enne

Il procuratore capo del Tribunale per i Minori di Brescia, Emma Avezzù, ha chiuso le indagini sui presunti abusi sessuali ai danni di un ragazzino di 12 anni residente in un comune della Valle Calepio, che sarebbero stati compiuti da due ragazzi bergamaschi della zona, di 15 e 16 anni, che erano stati arrestati lo scorso ottobre e poi affidati a due comunità. Secondo le contestazioni, avrebbero....
compiuto atti di violenza sessuale nei confronti del 12enne. Oltre ai due ragazzi più grandi, ritenuti dall’accusa i principali responsabili dei presunti reati, ci sarebbe stato anche il coinvolgimento di un terzo ragazzino, di età inferiore ai 14 anni e perciò non imputabile per legge. La richiesta di rinvio a giudizio per i due giovani indagati sarà presentata entro la metà di gennaio. Ma oltre alla vicenda dei presunti autori degli abusi, c’è anche quella della giustizia fai-da-te che vede coinvolte 5 persone della zona della Valle Calepio, una delle quali è un minorenne, accusate di aver aggredito i presunti colpevoli delle molestie e degli abusi sessuali nei confronti del ragazzino di 12 anni, con l’intenzione di «fargliela pagare».

Per questo motivo a carico delle 5 persone sarebbe stato aperto un fascicolo, che ipotizza il reato di lesioni. Per quattro dei cinque accusati, tutti maggiorenni, è competente la procura di Bergamo. Per il quinto, minorenne, è invece competente la Procura dei Minori di Brescia, che si ritroverebbe tra le mani una coda giudiziaria della vicenda principale, anche se le indagini procedono parallelamente e l’ultimo caso, quella della presunta giustizia fai-da-te, è oggetto di un’inchiesta indipendente. 

Nessun commento:

Posta un commento