mercoledì 25 gennaio 2017

Juventus, la vendetta è servita Bianconeri ai quarti, Milan ko 2-1

Al terzo tentativo la Juve batte il Milan 2-1 e vola in semifinale di Coppa Italia contro il Napoli. Allegri riconferma centrocampo e attacco anti Lazio, nel 4-2-3-1 che è ormai il nuovo sistema di gioco di riferimento. Cuadrado, Pjanic e Mandzukic a sostegno di Higuain, Evra è già a Marsiglia, non convocati Buffon, Lemina e Marchisio. Montella risponde con il 4-3-3 e Bacca titolare nel tridente con......
Suso e Bonaventura, come a Doha. La Juve parte subito a mille come contro la Lazio: cross in mezzo di Asamoah e magia di Cuadrado che di tacco libera Dybala davanti a Donnarumma. Dopo 10 minuti la Joya porta in vantaggio la Juve con un destro rabbioso, il suo 6º gol nelle ultime 7 gare allo Stadium. La Juve continua a spingere e al 21’ Pjanic trasforma una punizione dal limite. 

Nei primi 45 minuti nessun tiro in porta del Milan che però si sveglia nella ripresa, dopo 8 minuti Bacca approfitta di una palla vagante e trafigge Neto per l’1-2. Nel momento migliore del Milan Locatelli perde la testa e si prende il secondo giallo, la Juve ha due occasioni nitide con Mandzukic di testa, poi spreca con Khedira e Pjanic. 

Allegri risparmia Dybala, entra Alex Sandro e la Juve passa al 4-4-2, Montella si gioca Deulofeu ma vince la Juve e vola in semifinale.

Nessun commento:

Posta un commento