mercoledì 25 gennaio 2017

L'assurda assicurazione ai deputati: Costo 350mila euro, e io pago !!!

A sollevare il caso, già ad agosto, era stato il deputato del M5S Riccardo Fraccaro, durante la discussione sul bilancio interno del 2015. “I cittadini – ha detto Fracaro – pagano per i parlamentari l’assicurazione per punture e morsi di animali, malattie tropicali, affogamento, ernie addominali, escursioni in montagna, colpi di sole. Ma non è finita, in caso di calamità naturali pagheranno gli italiani: terremoto, inondazioni, alluvioni, eruzioni vulcaniche. Paghiamo anche......
l’assicurazione ai deputati se essi subiscono un infortunio in stato di ebbrezza. E’ una cosa inaccettabile”.

E ha sottolineato: “Ma forse questa supera ancora quella precedente: un’assicurazione se subite dei danni in caso di sommosse, insurrezione o tumulti popolari. 350 mila euro che spendono i cittadini per assicurarvi, mentre fuori sono stati tagliati dal governo Renzi 4,3 milioni al Fondo sanitario nazionale e ci sono 11 milioni di italiani che rinunciano alle cure o le rinviano. Mentre la spesa sanitaria privata è aumentata del 3,2 per cento, chiedete 350 mila euro agli italiani ogni anno per coprirvi l’assicurazione sanitaria?”

Come spiega la giornalista del Wall Street Journal Giada Zampano sulla sua pagina Facebook – e ripresa da Wall Street Italia – “si tratta quindi di risorse collettive utilizzate per assicurare i deputati, per una lista di casi interessanti”, come ad esempio:

  • infortuni in stato di ebbrezza
  • punture e morsi di animali
  • malattie tropicali
  • affogamento
  • ernie addominali
  • escursioni in montagna
  • colpi di sole
  • calamità naturali (terremoto, inondazioni, alluvioni, eruzioni vulcaniche)
  • sommosse, insurrezioni o tumulti popolari


“Se continuano così, l’ultimo dei casi non sarà poi così improbabile”, è il commento ironico della giornalista.

Nessun commento:

Posta un commento