giovedì 5 gennaio 2017

Si immerge con 3 amici ai Fontanazzi, speleosub muore annegato

Tragedia nel primo pomeriggio di oggi nel Bassanese alla grotta dei Fontanazzi, in comune di  Solagna, dove uno speleosub  è morto durante un’immersione. La vittima è un 29enne  - non  32enne come pareva in un primo momento - di origini polacche che  si trovava in Valbrenta con tre amici per effettuare una serie di immersioni. Il gruppo era composto da 4 amici speleosub provenienti......
dalla Polonia  che da alcuni giorni stavano effettuando delle immersioni in Valbrenta. Avevano già esplorato le cavità sommerse del laghetto di Ponte Subiolo e delle Grotte di Oliero, in territorio di Valstagna e si erano quindi spostati più a sud per immergersi nella Grotta dei Fontanazzi. Pare che i quattro  abbiano iniziato l’esplorazione della grotta nella tarda mattinata. Mentre procedevano nell'immersione,  si sono accorti che mancava uno della squadra, che purtroppo era rimasto incastrato tra le rocce in pochi metri d’acqua. Sono quindi subito usciti dando l’allarme al 118 e le operazioni di soccorso sono scattate immediatamente.

Sul posto sono intervenuti i sommozzatori dei Vigili del fuoco di Venezia, Vicenza e del soccorso alpino della Pedemontana del Grappa ed una pattuglia dei carabinieri di Solagna, con il comandante Vito Sitran.

La grotta è tra le sorgenti più importanti del Massiccio del Grappa e l’ingresso si raggiunge percorrendo un sentiero tra la via Fontanazzi e la linea ferroviaria Trento-Bassano. «La grotta è molto frequentata da sub provenienti da tutta l’Europa - ha spiegato Alberto Cavedon, vice coordinatore nazionale del soccorso alpino, - è molto tecnica e impegnativa, tra le più belle della Valbrenta ed è stata esplorata in passato per una lunghezza di circa 1200 metri ed una profondità massima di 135 metri». Il sub polacco è stato individuato a circa una decina di metri dall’ingresso della Grotta dei Fontanazzi ad una profondità di tre metri.


La salma è stata recuperata poco dopo le 16. Sono in corso le indagini per accertare la dinamica e le cause dell’incidente. Questo è il primo decesso verificatosi nella Grotta dei Fontanazzi. La Valbrenta ha però contato  8 vittime fra i sub nel laghetto di Ponte Subiolo mentre l’ultima tragedia si era verificata nelle Grotte di Oliero nel 2013, quando a perdere la vita fu una donna speleosub di 45 anni.

Nessun commento:

Posta un commento