giovedì 23 febbraio 2017

La scure sugli stipendi per gli artisti Rai: massimo 240mila euro

La Rai va a caccia di risparmi. Il cda dell'azienda pubblica ha stabilito che da aprile il limite di stipendio di 240mila euro dovrà essere applicato anche ai contratti di collaborazione e consulenza di natura artistica. Una decisione che farebbe calare la scure sui contratti di moltissimi voti noti delle reti Rai, da Fabio Fazio a Antonella Clerici, da Bruno Vespa a Piero e Alberto Angela. La decisione comunque.....
non è definitiva: si attendono i pareri dei ministeri competenti e quindi un'interpretazione diversa potrebbe bloccare la misura. “Teniamo alta la guardia perché non finisce qui” avverte infatti il presidente della Commissione di Vigilanza Rai, Roberto Fico. Di decisione “obbligata in assenza di un intervento del legislatore o dell'azionista”, parla il consigliere di amministrazione della Rai, Franco Siddi che però avverte sul rischio di una perdita di competitività dell'azienda: “L'applicazione secca di una norma così rigida può causare danni a un'impresa che rischia di perdere soggetti con grande talento e grande appeal”. 

La decisione piace invece al capogruppo di Forza Italia alla Camera, Renato Brunetta: “Tetto stipendi anche per le star. Stop ai privilegi con i soldi del canone degli italiani”. Tra gli stipendi che potrebbero essere tagliati c'è anche quello di Lucia Annunziata, che della Rai anni fa è stata presidente. Ma lei non ne fa un problema. “Obbedisco. Personalmente trovo anche giusto che il servizio pubblico offra un pagamento inferiore a quello che è il mercato”.

Nessun commento:

Posta un commento