mercoledì 29 marzo 2017

Anziano ucciso a colpi d'accetta dopo rapina: latitante preso in Germania

Arrestato in Germania , dopo 13 anni di latitanza, uno dei due assassini di Carlo Ossola, vittima, nel 2004, dell'omicidio avvenuto a Comerio. Si tratta di un romeno di 47 anni. Stando alla ricostruzione fatta dagli investigatori dopo il fatto, l'87enne era stato rapinato da due persone che conosceva e poi ucciso a colpi di accetta.
I carabinieri di Varese, con la collaborazione della polizia tedesca, lo hanno catturato in un paese della Baviera su mandato di arresto europeo emesso dal tribunale varesino
L'altro complice, anche lui romeno, era stato invece trovato e arrestato nel 2005. Essenziale per rintracciare il latitante è stata l'analisi dell'attività dell'uomo sui social network (da tempo le forze dell'ordine monitoravano il profilo Facebook del 47enne) e la collaborazione con la polizia doganale di Thoerl Maglern, in Austria, che ha poi lavorato con le autorità tedesche per completare la cattura. 


Estradato, l'uomo si trova ora nel carcere di Rebibbia, a disposizione dell'autorità giudiziaria italiana. Il quarantasettenne e il suo complice e connazionale, sono accusati di aver avuto un ruolo anche nell'omicidio di Giuseppe Zita a Novara, commesso a quattro giorni di distanza nel 2004, sempre a scopo di rapina, e sono indagati per una violenza sessuale si danni di un omosessuale a Sesto San Giovanni. 

Nessun commento:

Posta un commento