mercoledì 22 marzo 2017

Attacco al Parlamento di Londra, diversi feriti: Ucciso l'assalitore

Torna il terrore, stavolta a Londra, nel giorno dell'anniversario della strage di di Bruxelles. Sono tre le persone uccise e venti i feriti dopo l'attacco davanti al Parlamento inglese. Ucciso l'attentatore. Alla guida di un suv, l'uomo si è lanciato sulla folla del ponte di Westminster lasciando numerosi feriti in terra, quindi è sceso dall'auto e ha accoltellato un agente nel cortile del Parlamento di Londra.
L'assalitore è stato ucciso dalle forze di polizia dopo aver tentato di fare irruzione nel Parlamento britannico attraverso i cancelli del compound di Westminster, accoltellando l'agente. Evacuata la premier Theresa May che prendeva parte alla seduta in corso. Scotland Yard ha parlato chiaramente di terrorismo.

Complessivamente, tra le vittime ci sono l'assalitore, un agente e una donna. Non ci sono particolari sulla quarta vittima. I feriti sono venti, tra cui una giovane bolognese, che vive a Londra da sei anni ed è rimasta lievemente ferita. La giovane è stata medicata in ospedale, dopo aver riportato ferite superficiali ed escoriazioni alle gambe e ad un fianco. Probabilmente non sarà, per lei, nemmeno necessario il ricovero. E' rimasta schiacciata da altri ragazzi francesi, i quali, invece, hanno riportato ferite più gravi.

Secondo al Arabiya e la britannica Channel 4, sarebbe Trevor Brooks, noto come Abu Izzadeen, l'attentatore di Londra. L'uomo, imam di Clapton e considerato un "predicatore d'odio", era stranoto all'intelligence britannica sin dal 2006. Nel 2015 aveva fatto perdere le proprie tracce. Brooks, di origini giamaicane, è nato nell'East London.

Il Parlamento è stato sospeso. 'Ho visto un uomo tarchiato, vestito di nero entrare nel cortile del Palazzo nuovo, proprio sotto al Big Ben. Aveva qualcosa in mano, sembrava un bastone". Così Quentin Letts ha descritto alla Bbc l'attacco al Parlamento di Londra. Secondo altri testimoni l'assalitore è "un uomo di mezza età". Due poliziotti, ha detto ancora il testimone, hanno provato a fermarlo. "uno dei due è caduto per terra, mentre l'assalitore muoveva il braccio come se lo stesse accoltellando o colpendo". L'altro agente, ha continuato Letts, "è scappato a chiedere aiuto, mentre l'assalitore ha proseguito la sua corsa verso l'entrata del Parlamento". A quel punto, "due uomini in borghese armati di pistola gli hanno prima intimato di fermarsi poi gli hanno sparato due o tre colpi e lui è caduto a terra".

Cancelli chiusi e agenti armati a Buckingham Palace dopo l'attacco vicino al Parlamento di Westminster. Ne dà notizia l'agenzia Pa, secondo cui sono state alzate le misure di sicurezza a palazzo. La regina sarebbe dentro la residenza stando al suo vessillo (Royal Standard) che svetta in cima all'edificio.

E' stata evacuata dal Parlamento la premier britannica Theresa May che si trovava al suo interno quando è avvenuto l'attacco. La premier ha riunito il comitato d'emergenza Cobra

Il premier Paolo Gentiloni è in costante contatto, fanno sapere fonti di Palazzo Chigi, con la Farnesina e con l'ambasciata italiana a Londra sugli sviluppi dell'attacco a Westminster. "Qualora fosse terrorismo, sarebbe una città ancora una volta colpita perché sappiamo e ricordiamo che Londra non è la prima volta che viene attaccata. Non ci è data la possibilità di abbassare la guardia", ha detto alla stampa italiana il ministro degli Esteri Angelino Alfano. Ha anche detto di aver "già attivato tutte le strutture della Farnesina per verificare la presenza eventuale, che ci auguriamo non esserci, di connazionali tra i feriti".

Nessun commento:

Posta un commento