giovedì 16 marzo 2017

Litiga col preside, 17enne entra a scuola e spara: 8 feriti, preso

A Grasse, la polizia francese ha arrestato uno studente di 17 anni del licée Tocqueville, quello della sparatoria. Lo studente avrebbe litigato con il preside, sarebbe entrato nel liceo armato di un fucile a pompa e avrebbe cominciato a sparare. Gli inquirenti restano prudenti sulla pista terroristica, ma in linea di massima tendono ad escluderla a questo punto. Lo studente era totalmente ignoto agli 007, riferiscono fonti di polizia.
Su internet, aveva visionato video di stragi di massa, aggiungono le fonti.  

L'ultimo bilancio sulla sparatoria in una scuola di Grasse, nel sud della Francia, è di otto feriti lievi, tra cui il preside: è quanto affermano i pompieri. «Nessuno è in pericolo di vita», aggiungono. A quanto pare, l'assalitore fermato è uno studente di 17 anni, che ha agito «da solo». A Nizza è attesa la ministra dell'Istruzione, Nakat-Vallaud Belkacem. La polizia francese «scarta l'ipotesi di un secondo uomo in fuga», riferisce BFM-TV.  "PAPÀ, SPARANO, STO SCAPPANDO" «Papà sto scappando perché c'è una sparatoria nel liceo»: così in lacrime, Teo, 17 anni, ha chiamato il padre poco prima delle 13, spiegandogli di aver visto un uomo con più armi da fuoco sparare nel cortile interno vicino alla mensa della sua scuola, il liceo Tocqueville di Grasse. Secondo riferito all'ANSA dal padre del ragazzo, molti altri studenti sono riusciti a scappare e tra i feriti potrebbe esserci anche il preside della scuola.

Nessun commento:

Posta un commento