lunedì 10 aprile 2017

Ghisalba, maltratta studenti alle elementari: sospeso maestro 60enne

Sospeso dalla sua professione un maestro 60enne, in servizio in un scuola primaria di Ghisalba, in provincia di Bergamo. Il motivo? Maltrattamenti nei confronti di alcuni alunni. I Carabinieri della Compagnia di Treviglio hanno notificato e così dato esecuzione in questi giorni ad un’ordinanza cautelare interdittiva.  L’uomo, come disposto dal Gip del Tribunale di Bergamo, è stato così.....
destinatario di un provvedimento di sospensione dall’esercizio del pubblico ufficio di insegnante, a seguito delle gravi condotte di maltrattamenti pluriaggravati dal medesimo commesse, in particolare, nei confronti di due studenti delle scuole elementari. Nel provvedimento cautelare ilgiiudice parla di sistematiche azioni violente e mortificanti del maestro nel corso dell’attività didattica svolta all’interno dell’Istituto Scolastico, dove da anni insegnava. Gli episodi contestati sono diversi, verificatisi in classe ma anche in occasione di iniziative al di fuori delle mura scolastiche.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri dalla Stazione Carabinieri di Martinengo, si parla di strattoni, di spinte, di calci, di pugni e schiaffi su varie parti del corpo ma anche lancio di gomme e penne in particolare ai danni di un alunno. A tutto questo, si sommavano anche le mortificazioni verbali espresse con insulti vari di natura denigratoria nei confronti degli studenti.  Alcune di queste condotte si verificavano dal 2013. Nei confronti di uno dei due studenti minorenni, il maestro si sarebbe anche spinto oltre, chiudendolo all’interno di una stanza per alcuni minuti. Le indagini degli inquirenti sono iniziate nell’ottobre 2016 ed in questi giorni si è arrivati all’epilogo con l’emissione del provvedimento cautelare nei confronti del 60enne.


È stata un’insegnante della stessa scuola a far scattare gli accertamenti preliminari degli inquirenti, diverse sono stati poi i riscontri acquisiti dai carabinieri anche attraverso le informazioni fornite dagli stessi alunni compagni di classe degli studenti maltrattati. Fondamentale la collaborazione fornita anche dall’Istituto Scolastico in questione, che ha così permesso di far emergere il grave scenario di violenze, mortificazioni ed intimidazioni da tempo messo in atto dal maestro. Il maestro elementare 60enne non potrà più esercitare la sua funzione fino al termine dell’anno scolastico, così come imposto dall’Autorità Giudiziaria di Bergamo, n relazione all’ordinanza cautelare interdittiva emessa a suo carico. Nei prossimi giorni verrà infine interrogato dal gip.

Nessun commento:

Posta un commento