giovedì 25 maggio 2017

L'ex premier greco Papademos ferito in esplosione ad Atene

Attentato terroristico ad Atene: un pacco bomba è esploso tra le mani dell'ex premier Loukas Papademos, mentre si trovava in macchina insieme all'autista e un agente di scorta. Papademos, 69 anni, è rimasto ferito al petto, alle gambe e alle braccia: le sue condizioni, ancorché serie, non fanno temere per la sua vita, secondo i media greci. Al momento è si trova, per precauzione, in terapia intensiva. 
Le altre due persone che erano nel veicolo blindato - che nelle immagini appare integro - sono rimaste ferite in maniera più lieve. Tutti sono stati ricoverati all'ospedale Evangelismos. Economista formatosi al Mit, Papademos, già vicepresidente della Bce, è attualmente docente in visita a Harvard. È stato primo ministro 'tecnico' della Grecia dall'11 novembre 2011 al 16 maggio 2012.

Lo scoppio è avvenuto alle 18:45 locali all'incrocio tra le vie 3 settembre e Marni, in pieno centro di Atene. La polizia - che non ha confermato ufficialmente che si sia trattato di un pacco bomba - ha isolato la zona. "Siamo completamente scioccati da quello che è successo", ha affermato il ministro greco Nikos Pappas. 


Nessuno ha rivendicato l'azione, ma in passato alcuni politici greci, banche ed istituzioni finanziarie sono stati bersaglio di attacchi da parte di militanti di estrema sinistra o gruppi anarchici. 

Nessun commento:

Posta un commento