giovedì 11 maggio 2017

Nuovo mistero su Yara: "I calzini dentro le scarpe erano sporchi del suo stesso sangue"

Il settimanale Oggi rivela in esclusiva il contenuto di una relazione del Ris secondo cui Yara Gambirasio aveva i calzini sporchi del suo stesso sangue, sebbene quando fosse stata trovata indossasse le scarpe e non avesse ferite ai piedi. La relazione è contenuta nelle pagine del fascicolo del processo a Massimo Giuseppe Bossetti. Nelle motivazioni della condanna in primo grado per il muratore di Mapello, la Corte parla solo di chiazze bruno-rossastre, non di sangue.
I Ris, che quelle tracce le hanno trovate e analizzate, specifica che "è stato possibile estrapolare un unico profilo genotipico femminile riconducile a Yara da ambedue i prelievi effettuati in corrispondenza delle tracce ematiche".

Il sospetto della difesa di Bossetti è che la ragazzina non avesse le scarpe e che poi qualcuno o lei stessa le abbia rimesse in fretta, perché furono trovate con le stringhe slacciate. 

Il settimanale dà conto anche di alcuni dubbi avanzati dai poliziotti impegnati a filmare la zona dall'alto all'indomani del ritrovamento del cadavere dell'adolescente di Brembate. Uno di loro chiede: "Secondo te lì da mesi?"

Nessun commento:

Posta un commento