giovedì 18 maggio 2017

Terrore a Chiari: brucia la cantina, 15 persone intrappolate nella palazzina

Un vero pomeriggio di terrore a Chiari, dove un incendio è divampato nello scantinato di una palazzina: sono addirittura 15 le persone (tra cui un neonato) che sono rimaste intrappolate. Salvate dai Vigili del Fuoco e dai Carabinieri, prima di essere tutti ricoverati in ospedale con lievi intossicazioni. A conti fatti, una tragedia sfiorata: tutto è successo martedì pomeriggio, in una palazzina da 6 appartamenti in Via Gramsci.
L'incendio è divampato dallo scantinato, per motivi ancora da accertare: esclusa a priori l'ipotesi del dolo, rimane soltanto la pista accidentale. Sulla vicenda indagano i carabinieri. L'allarme è stato lanciato proprio dai residenti: una densa coltre di fumo è salita dalla cantina, fino a raggiungere il piano terra e quindi a bloccare ogni uscita. I condomini si sono rifugiati sul balcone, altri affacciati alle finestre per respirare aria pulita.

In pochi minuti sul posto sono arrivati i pompieri, con due squadre da Brescia e da Chiari, tre pattuglie dei carabinieri, diverse ambulanze e l'automedica. Non senza fatica, sono stati tutti tratti in salvo, e ricoverati in ospedale per accertamenti (a Brescia, a Chiari e a Romano).


Nessun danno consistente alla palazzina, per fortuna: tutti e sei gli appartamenti sono stati dichiarati agibili. Non è mancata la preoccupazione per le condizioni del neonato, anche lui lievemente intossicato: sta bene, l'allarme è subito rientrato.

Nessun commento:

Posta un commento