lunedì 19 giugno 2017

Dopo lo schianto in A4, il dolore di Villongo: Luca lascia moglie e due figlie piccole

Probabilmente un colpo di sonno – anche se l'autopsia dovrebbe fornire qualche elemento in più per chiarire le circostanze della morte – è all'origine dell'incidente che, domenica all'alba, è costato la vita a un padre di famiglia di 43 anni, di Villongo: Luca Fontana ha perso all'improvviso il controllo della sua auto, una Peugeot 306 grigia mentre percorreva l'autostrada A4, nel tratto bresciano, diretto verso casa.
L'utilitaria è finita fuori strada: ha superato una recinzione a destra della carreggiata autostradale e si è ribaltata nel campo a lato dell'A4. Luca Fontana è morto sul colpo. Nessuno ha assistito all'incidente, avvenuto poco prima delle 5,30: a dare l'allarme sono stati altri automobilisti, transitati probabilmente pochi attimi dopo lo schianto e che hanno visto la vettura finita fuori strada.

Luca Fontana sarebbe dovuto uscire dall'A4 dopo una manciata di chilometri, al casello di Ponte Oglio, il primo della Bergamasca. Da lì avrebbe proseguito per ulteriori pochi chilometri e sarebbe arrivato a casa, in via Loreschi 14 a Villongo. Invece, all'altezza di Erbusco, lo schianto fatale.


Luca Fontana, sposato con Stefania, era papà di due bambine: Elena, che a settembre andrà in seconda elementare, e Alessia, che il prossimo anno scolastico frequenterà la terza media. La notizia della sua drammatica morte ha scosso Villongo.

Nessun commento:

Posta un commento