mercoledì 28 giugno 2017

Rai, Gli stipendi d'oro ben oltre la soglia prevista dalla legge: E noi paghiamo!!

Con la decisione approvata dal Cda della Rai, che mette un tetto massimo di 240mila euro agli stipendi degli artisti, molti volti noti della televisione pubblica rischiano una decurtazione importante dei loro compensi. Come già riportato dal Corriere nei mesi scorsi, l’ipotesi aveva generato polemiche e malcontento. A parte Lucia Annunziata, che aveva annunciato subito il suo sì («Non c’è problema, è una legge dello Stato, una decisione del Cda Rai, io obbedisco»),
la Maggioni aveva scritto: «Un tetto, imposto per legge, avrebbe comportato un indubbio danno all’azienda escludendola da qualsiasi dinamica di mercato». Giletti aveva affermato: «Non è conveniente rimanere nella tv pubblica. Ognuno si farebbe i suoi legittimi conti. Dipende dalle priorità che uno ha», mentre Vespa era stato perentorio: «Così si rischia di uccidere la Rai». Fra gli artisti che sforano il nuovo tetto di 240mila euro Fabio Fazio che, con il suo «Che tempo che fa», dovrebbe essere il conduttore più pagato della Rai: due milioni di euro all’anno. Recentemente ha minacciato di lasciare la Rai perché non è d’accordo con il taglio degli stipendi, visto che fa guadagnare moltissimo all’azienda.

Durante la presentazione dei palinsesti, Fabio Fazio, è tornato sulle polemiche legate al suo contratto. ''Mi dispiace - ha detto - che qui si debba parlare di polemiche che sono di inusuale violenza. Quando si invocano sommosse popolari e kalasnikov da giornali e esponenti delle istituzioni, c'è qualcosa che non va''. ''Avevo un impegno altrove che partiva dalla mezzanotte del 23 giugno. Non ho mai parlato di La7. Se ho cercato di resistere fino a quella data è perchè conosco il valore della Rai'', ha aggiunto.

Come sempre fatta la legge fatto l’inganno, e non sarà sicuramente e i soliti si beccano lo stipendio da nababbi….e noi PAGHIAMO.

Nessun commento:

Posta un commento