lunedì 10 luglio 2017

Investe di proposito col furgone coppia in sella a una moto: arrestato per omicidio stradale

Dopo un litigio in strada ha provocato un incidente costato la vita a una giovane donna. Per questa ipotesi il conducente di un van Ford Transit è stato arrestato in serata dai carabinieri.  L'incidente è avvenuto all'imbocco di Condove, in Valle di Susa.
L'automezzo ha urtato violentemente la motocicletta su cui la vittima, una ventisettenne di Moncalieri, viaggiava insieme al fidanzato, portato in gravi condizioni a Torino all'ospedale Cto. Il conducente del van è risultato positivo all'alcol test. L'indagine è aperta per omicidio stradale. Secondo una prima ricostruzione del fatto, i due uomini avevano litigato alcune centinaia di metri prima del luogo dell'impatto. La discussione sarebbe sorta per motivi di viabilità tra il conducente del pulmino nero ed il guidatore della motocicletta. Il centauro prima di ripartire dopo il diverbio, secondo alcuni testimoni, avrebbe sferrato un pugno contro il finestrino del furgone.

Il conducente del pulmino, colto dalla rabbia, ha perso la testa e si sarebbe lanciato all'inseguimento della motocicletta. All'altezza della rotonda, il motociclista ha dovuto rallentare ma l'autista del furgone invece di rallentare avrebbe accelerato, travolgendo la moto con i due passeggeri e trascinandoli contro il guard rail. La ragazza è morta sul colpo, mentre il suo fidanzato in gravi condizioni è stato portato in ospedale.

Nessun commento:

Posta un commento