martedì 4 luglio 2017

Palosco: Ubriaco e recidivo, resta in carcere il 31enne che ha investito e ucciso Maria

Era ubriaco ed è recidivo. Per questo motivo resta in carcere M.M., il 31enne di Cernusco sul Naviglio (Mi) nella notte tra venerdì 30 giugno e sabato 1 luglio a Palosco ha investito e ucciso Maria Mitrica Raluca, una prostituta rumena di 25 anni. Dopo l'interrogatorio di lunedì mattina in carcere, il giudice per le indagini preliminari Marina Cavalleri non solo ha convalidato il fermo nei confronti del milanese, accusato di omicidio stradale, ma
ne ha anche disposto la permanenza in carcere. A gravare sulla decisione del gip, il tasso alcolemico rinvenuto nel sangue dell'investitore subito dopo l'incidente: quattro volte oltre il limite consentito.  Ma non solo, perchè il 31enne quattro anni era già stato trovato positivo all'alcol test e aveva subito un ritiro della patente, che aveva potuto riavere solo grazie allo svolgimento di lavori socialmente utili. Una lezione che evidentemente non gli è servita venerdì notte, quando si è messo alla guida. Sono attesi invece per i prossimi giorni i risultati del test per l'utilizzo di sostanze stupefacenti.

Nel tragico schianto avvenuto intorno alle 4.30 all'altezza di una rotonda sulla strada provinciale 98 (nella foto) è morta la prostituta di 25 anni, travolta dalla Renault Clio bianca del milanese.

La folle corsa del mezzo è finita, dopo aver investito e ucciso la ragazza, contro un'altra auto che sopraggiungeva nel tratto di strada, una Bmw 3.20 blu guidata da un altro ragazzo, bergamasco, finito in ospedale.

Fonte: bergamonews

Nessun commento:

Posta un commento