venerdì 13 ottobre 2017

Un nuovo caso, sesso orale nella foto delle nozze: ma questa volta finisce malissimo

Le foto delle nozze non possono non essere indimenticabili e destinate a rimanere 'eterne' nel tempo: per questo motivo i fotografi impegnati a immortalare le coppie nel giorno più bello hanno il gravoso compito di rispettare i gusti e le esigenze degli sposi. C'è chi è andato oltre, come la coppia di sposi olandesi che sono stati 'pizzicati' dal loro fotografo mentre lei praticava al suo neo-marito del sesso orale......
In men che non si dica, un'altra coppia ha deciso di pubblicare una foto analoga, ma più scherzosa. I risultati, però, non sono stati quelli sperati.

Matthew Lund e sua moglie Carly, inglesi di Birmingham, si sono sposati con una cerimonia da sogno nell'isola greca di Rodi e dopo la cerimonia hanno deciso di posare per uno scatto che, a detta loro, era stato ideato e pianificato da tempo. Non è chiaro se Carly stesse effettivamente praticando del sesso orale a Matthew, ma il ragazzo, con i pantaloni e le mutande abbassate, sfoggia anche un pugno chiuso in segno di vittoria.

Gli amici hanno apprezzato l'ironia di quello scatto, le famiglie degli sposi invece sono rimaste in evidente imbarazzo. Ancora meno hanno gradito le autorità dell'isola, che ora hanno deciso di vietare le celebrazioni di matrimoni tra coppie di stranieri nel gettonatissimo monastero di san Paolo. Il vescovo dell'isola, d'accordo con il sindaco, ha posto il divieto nero su bianco.

Le dichiarazioni ufficiali, riportate anche da Unilad, sono durissime: «Noi greci dobbiamo tutelare le nostre tradizioni e la nostra religione, ciò che è successo nei pressi del monastero è gravissimo e abbiamo dovuto prendere decisioni drastiche. Tanti britannici vengono qui per sposarsi, molte coppie ci hanno chiamato in lacrime perché avevano già prenotato e organizzato tutto ma non possiamo fare altrimenti. Non è colpa nostra, ma di quella coppia di sposi che hanno deciso di offendere la religione cristiana. Se avessero fatto lo stesso davanti a una chiesa anglicana, una sinagoga o una moschea le reazioni sarebbero state ben più gravi. I musulmani sarebbero stati capaci di decapitarli per una cosa simile».

Fonte: qui

Nessun commento:

Posta un commento