giovedì 22 febbraio 2018

Meteo, il gelo raddoppia. "Neve da domenica, poi nuova ondata a metà marzo"


L'ondata di gelo prevista per domenica sera non sarà l'unica ad invadere l'Italia, e non sarà neanche la più fredda. Sembra infatti che un'altra massa di aria gelida porterà nuovamente le temperature sotto lo zero entro metà marzo: a dichiararlo è Bernardo Gozzini, direttore del Consorzio Lamma-Cnr. "L'indebolimento del vortice che si trova sopra il Polo Nord, causato dal riscaldamento della stratosfera - spiega Gozzini - provocherà, da sabato, una discesa di aria gelida che
si riverserà sull'Europa, interessando da domenica sera anche l'Italia. Gli effetti di questo fenomeno in Italia si avranno fino a giovedì, con temperature minime anche di -9 gradi".

Sarebbe proprio questa debolezza del vortice polare a provocare un nuovo crollo delle temperature previsto per il 15 marzo"L'aria fredda potrebbe scendere sulla Siberia o direttamente sull'Europa. Anche in questo caso avremo temperature minime sotto lo zero, ma l'intensità del fenomeno potrà essere valutata nei prossimi giorni". L'ondata di gelo, come riportato dai meteorologi del Centro Epson Meteo, sarà paragonabile a quella del febbraio 2012 o del gennaio 1985. Sono previste nevicate in molte regioni e temperature che rimarranno inferiori allo zero anche durante il giorno. Tra lunedì e martedì si potrebbero toccare minime di -8° e massime intorno allo zero.


Nessun commento:

Posta un commento