venerdì 16 marzo 2018

Choc, Neonata trovata morta in discarica: "Era nata viva"

Il corpicino di una neonata è stato scoperto in una ditta di trattamento rifiuti di Ostra (Ancona), su un nastro trasportatore. L'attività è stata immediatamente bloccata. Il pm di turno ha aperto un fascicolo per infanticidio e disposto l'autopsia. L'ipotesi più probabile è che la piccola, di carnagione bianca, sia stata abbandonata poco dopo la nascita in un cassonetto: la neonata aveva ancora attaccato parte del cordone ombelicale.
 Dall'esame autoptico è risultato che la bimba era nata. La piccina, forse abbandonata in mezzo a rifiuti ingombranti, era invece già morta quando è finita nel meccanismo dei camion che raccolgono la spazzatura e la trasportano al centro di trattamento. Non sarebbe stata né accudita e né allattata e probabilmente è morta nelle 24 ore precedenti al ritrovamento. 

Per ora non è stato possibile accertare le cause della morte: potrebbero essere dovute all'inedia e al freddo, conseguenti all'abbandono tra i rifiuti. Si pensa che la piccola possa essere originaria del Nord Africa o Sud Est asiatico. E' stato un operaio ad individuare il corpicino straziato sul nastro trasportatore. Il corpo della neonata, di carnagione chiara, secondo quanto accertato dai carabinieri è stata trovato sul nastro trasportatore senza che vi fossero resti di valigie intorno: la scoperta è stata fatta durante le operazioni di sminuzzamento meccanico dei rifiuti ingombranti.Gli inquirenti hanno prelevato invece una busta di plastica macchiata di sangue, forse appartenente alla bimba o alla madre, che dovrà essere vagliata. I militari stanno esaminando anche le bolle di conferimento dei vari camion che raccolgono i rifiuti per l'azienda di Casine di Ostra per risalire al luogo di provenienza del materiale tra il quale c'era anche il corpo. Ma stanno anche compiendo verifiche negli ospedali vicini ai punti di raccolta per rintracciare la madre della neonata.

Lettori fissi