mercoledì 9 maggio 2018

Governo M5s-Lega, Ok di Berlusconi: “no veti ma Fi non vota fiducia”


Il leader di Forza Italia scioglie la riserva e lascia a Salvini la possibilità di tentare l’avvio di un esecutivo con Di Maio. “Se fallirà nessuno potrà attribuirne a noi la responsabilità”. Silvio Berlusconi alla fine ha parlato: ha annunciato che Forza Italia non porrà alcun vento all’eventuale nascita di un governo tra Lega e M5S. Ma a questo esecutivo non voterà la fiducia.
Di conseguenza se l’intesa tra Salvini e Di Maio non andasse a buon fine e se un governo poi “non potesse nascere”, ha precisato, “nessuno potrà usarci come alibi di fronte all’incapacità - o all’impossibilità oggettiva - di trovare accordi fra forze politiche molto diverse”.
“Il Paese da mesi attende un governo - si legge ancora nella nota diramata da Arcore - . Continuo a credere che la soluzione della crisi più naturale, più logica, più coerente con il mandato degli elettori sarebbe quella di un governo di centrodestra, la coalizione che ha prevalso nelle elezioni, guidato da un esponente indicato dalla Lega, governo che avrebbe certamente trovato in Parlamento i voti necessari per governare. Questa strada non è stata considerata praticabile dal Capo dello Stato. Ne prendo atto”.

Lettori fissi