venerdì 1 giugno 2018

Investimenti “truffa di diamanti” tramite banca: Coinvolti molti bergamaschi


Sarebbero più di un migliaio i bergamaschi coinvolti nella “truffa sui diamanti” tra quelli anche alcuni nostri compaesani di Bolgare, che hanno acquistato preziosi ad un prezzo di circa 3 o 4 volte superiore rispetto a quello indicato nei listini Rapaport. È il dato stimato dall’associazione di consumatori Adiconsum che ha stilato anche una guida al risarcimento. Le somme stanziate si collocano in prevalenza fra i 15mila e i 40mila euro per investitore.
In alcuni casi gli importi sono maggiori in quanto all’interno del nucleo famigliare più persone hanno optato per questo investimento. Secondo Adiconsum i due principali broker, che controllano il 70% del giro d’affari nazionale, hanno proposto e venduto, in «collaborazione» con gli Istituti di credito ai clienti/risparmiatori, un investimento considerato altamente difensivo rispetto agli strumenti finanziari tradizionali, investimento proposto per lo più a clienti con disponibilità economiche più o meno consistenti. Al momento alcune delle banche coinvolte hanno restituito quanto pagato in più rispetto al listino, altre banche si sono rifiutate palesemente di risarcire il cliente.

Lettori fissi