mercoledì 27 giugno 2018

Milan fuori dalle coppe per un anno: Atalanta salta i preliminari, salvo ricorsi


Il Milan è fuori dalle Coppe per un anno. Il club rossonero - dice la sentenza Uefa - "non potrà partecipare alla prossima competizione europea a cui è qualificata". Lo ha deciso la camera giudicante. "Il club non potrà partecipare alla prossima competizione Uefa per club a cui è qualificata nelle prossime due stagioni (una competizione sola nella stagione 2018/19 o in quella 2019/20, in caso di qualificazione)", spiega il dispositivo, e il Milan
sconterà la sanzione nella stagione alle porte, non disputando quindi la prossima Europa League, come confermano anche fonti del club rossonero. Come si legge in una nota della Uefa, "la camera giudicante dell'Organo di Controllo Finanziario per Club (CFCB), presieduta da José Narciso da Cunha Rodrigues, ha preso una decisione sul caso AC Milan a seguito del rinvio del responsabile della camera di investigazione CFCB per la violazione delle norme del fair play finanziario, in particolare per la violazione della regola del pareggio di bilancio (break-even rule)". Il club sette volte campione d'Europa, potrà presentare ricorso entro dieci giorni dal momento in cui ha ricevuto la decisione. Le motivazioni della decisione verranno pubblicate su Uefa.com a tempo debito, è la conclusione della nota.

L’Atalanta nel frattempo non ha minimamente cambiato i suoi piani: le date di raduno e ritiro sono state fissate come se i nerazzurri dovessero giocare i preliminari. Se si andrà direttamente a settembre, tanto meglio per Gasperini e i suoi uomini che avranno più tempo per preparare l’inizio di campionato, un passaggio sempre delicato, e l’esordio in Europa che l’anno scorso è stato sorprendente.


Lettori fissi