sabato 21 luglio 2018

Barista stuprata per ore a Piacenza: il presunto responsabile fermato a Milano


A Piacenza un uomo avrebbe stuprato per ore una donna all'interno di un bar della città. La violenza sarebbe avvenuta tra mercoledì e giovedì, quando l'aggressore si sarebbe presentato nel locale poco prima della chiusura e avrebbe abusato della barista cinese dopo averla legata e imbavagliata. Il presunto responsabile dell'aggressione è stato fermato a Milano, mentre la vittima è ricoverata in ospedale sotto shock.
Ad essere fermato è un romeno di 34 anni, pregiudicato. Ai domiciliari per altri reati, aveva il permesso di uscire durante il giorno, non di notte. In fuga, è stato catturato dai carabinieri di Piacenza, che lo hanno individuato in zona Forlanini, a piedi.

"Condanne esemplari per chi commette violenza sessuale, introducendo nuove aggravanti ed ulteriori aumenti di pena quando la vittima è un soggetto vulnerabile. E' scritto nel nostro contratto di governo e lo faremo, statene certi!". Lo scrive il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, su twitter.

La castrazione chimica per gli stupratori "è una proposta della Lega da anni. E' una sperimentazione in vigore in tanti Paesi europei civili e sviluppati che però ritengono che chi mette le mani addosso a una donna o a un bambino vada curato, non solo incarcerato. Perché un maiale che fa violenza su una donna o un bambino va accompagnato in un percorso che gli impedisca di farlo per il resto dei suoi giorni". Lo ha detto il ministro dell'Interno Matteo Salvini.

Lettori fissi