giovedì 5 luglio 2018

Frode fiscale da 300 milioni nel settore della macellazione: 17 arresti


Per una frode fiscale da quasi 300 milioni di euro messa in atto da una associazione per delinquere tramite un consorzio di società del settore della macellazione, 5 persone, tra cui 2 commercialisti, sono finite in carcere e 12 agli arresti domiciliari, per 4 liberi professionisti è stato applicato l'obbligo di firma. E' questo il bilancio di una operazione della Gdf di Rho (Milano) nell'ambito dell'inchiesta coordinata dai pm di Milano Maurizio Ascione e Gianfranco Gallo e nella quale sono oltre 50 gli indagati.
Le 21 ordinanze, eseguite in tutta Italia così come le numerose perquisizioni, sono state firmate dal gip Guido Salvini che ha ordinato il sequestro ai fini della confisca di oltre 90 immobili, tra ville di lusso, appartamenti, ristoranti, locali notturni, 2 yacht, conti correnti, contenti, gioielli, 7 cassette di sicurezza per un valore complessivo di circa 60 milioni.

Lettori fissi