venerdì 27 luglio 2018

L’Atalanta stecca la prima e si complica la vita: 2-2 col Sarajevo


Atalanta e Sarajevo hanno pareggiato 2-2 nella partita di andata del secondo turno preliminare dell’Europa League, disputata al Mapei Stadium di Reggio Emilia. Chiuso il primo tempo, letteralmente dominato, sul doppio vantaggio grazie alle reti dei difensori Toloi (11′) e Mancini (48′), la squadra di Gasperini si è fatta sorprendere nella ripresa dai gol di Handzic (22′), praticamente il primo tiro in porta dei bosniaci, e Sisic (27′).
Un’Atalanta sulle gambe non è più riuscita a trovare il nuovo vantaggio e tra una settimana dovrà vincere a Sarajevo per superare il turno. “Bene nella prima ora di gioco, non male nel finale. Una partita strana, due palle in area concesse in pochi minuti e due gol presi”. A bocce ferme, Gian Piero Gasperini assolve la sua Atalanta: “Abbiamo avuto diverse altre occasioni, avevamo la partita sotto controllo. Poi il gol a difesa schierata e a ruota un altro che è il figlio del primo, ma il risultato non rispecchia certamente i valori in campo”, afferma il tecnico nerazzurro.

Gasperini trova nella rimonta subita la conferma dei timori della vigilia dell’andata del secondo turno di qualificazione d’Europa League: “In campo internazionale le partita non sono mai finite, c’è sempre qualche giocatore in grado di riaprirle con una giocata – spiega Gasperini -. Per essere stata la prima, credo che siamo andati abbastanza bene: nel ritorno dobbiamo vincere per forza e non sarà facile, contro una squadra che sa difendersi servono più qualità e più precisione nelle conclusioni”.

Lettori fissi